Seleziona una pagina

Le ciliegie sono frutti rossi ricchi in acidi organici. Contengono sia vitamine idrosolubili che liposolubili ed in particolare sono ricche in vitamina A, C, B1, B2 e acido folico. Le ciliegie sono ricche in sali minerali quali calcio, potassio, magnesio, fosforo e anche di ferro. Le fibre sono ben rappresentate così come i fenoli tra i quali spiccano le antocianine appartenenti alla famiglia dei flavonoidi e i carotenoidi (in particolare il beta carotene). 

 

Proprietà

 

Esercitano un’azione lassativa utile per contrastare la stipsi mentre la ricchezza in sali minerali ne favorisce l’utilizzo nei soggetti astenici e demineralizzati e dediti all’attività sportiva. Inoltre, possono essere consumate senza esagerare anche in dieta dimagrante.

 

Infine, le ciliegie riducono i livelli ematici di acido urico e di proteina C-reattiva. C’è una riduzione dell’infiammazione correlata alla gotta dovuta all’azione antinfiammatoria delle ciliegie. In particolare, l’effetto antiossidante e antinfiammatorio è ascrivibile alla presenza di antocianidine in grado di inibire le ciclossigenasi I e II e le citochine proinfiammatorie quali l’IL-1β, il TNF-α, l’IL-6 e l’IL-17. 

 

Controindicazioni:

 

A causa dell’elevata acidità dovuta all’abbondanza in acidi organici non sono indicate in presenza di gastrite e ulcera. Inoltre, l’alta concentrazione in sali minerali ne sconsiglia il consumo in caso di ipertensione arteriosa. Inoltre, non devono essere consumate in caso di diarrea o di colon irritabile